Cerca news

Cerca Azienda

Ricerca Avanzata

Cerca Prodotto

Ricerca Avanzata
News

27/01/2023   San Marco Group: cresce l’impegno per migliorare il benessere abitativo

L’attenzione che San Marco Group rivolge al comfort degli ambienti interni torna a essere riconosciuta anche nel 2023: sono ben 12 le nuove pitture, i rivestimenti decorativi e le soluzioni destinate all’edilizia professionale che si aggiungono alle 19 referenze certificate lo scorso anno da Eurofins. La rete di laboratori, diffusa a livello mondiale e specializzata in testing e certificazione, ha infatti assegnato complessivamente a 31 prodotti la qualifica Indoor Air Comfort Gold, sancendone la conformità a stringenti criteri legati alla qualità dell’aria negli spazi abitativi.

Dopo Sildomus Sana, certificata 12 mesi fa, la certificazione Eurofins è stata attribuita anche alle altre tre pitture murali della gamma: Arum, Antica Calce e Antica Calce Elite. Completano la rosa dei nuovi prodotti attestati i rivestimenti murali a base di calce Antica Calce Plus, Marmo Antico, Marmo D’Autore, Marmorino Classico, Marmorino Fine, Grassello di calce, la finitura minerale Fenice, il fissativo solvent free Atomo e Tamstucco Polvere per la preparazione dei supporti.

Con questi riconoscimenti l’azienda rimane la più premiata del settore per la salubrità delle sue soluzioni. Inoltre, lo scorso anno il Gruppo italiano si è imposto come prima realtà nazionale del settore a ricevere l’autorevole riconoscimento del sigillo “best-in-class” per le ridotte emissioni di composti organici volatili.

26/01/2023   I festeggiamenti di Mobil Plastic per il 55° anniversario

In occasione della ricorrenza del 55° anniversario di attività, si è tenuto presso l’Hotel Sina Brufani di Perugia il Meeting Nazionale Agenti di Mobil Plastic, storica azienda pavese di stampaggio materie plastiche.

L’appuntamento, tenutosi in data venerdì 20 gennaio, ha visto riunite insieme, per la prima volta, la rete vendita relativa alla Ferramenta e quella relativa al canale Horeca. L’incontro, che ha coinvolto oltre 60 persone, ha rappresentato un’importante occasione per tirare le somme sul lavoro svolto in questi due anni e ragionare sul futuro.

Il Meeting Nazionale Agenti è sempre stato un appuntamento annuale cardine nell’attività commerciale di Mobil Plastic, per cui questi due anni di sospensione e di “contatti a distanza” sono stati davvero difficili da affrontare. Potersi ritrovare, in presenza, dopo così tanto tempo, è stato significativo anche a livello umano e personale per tutti i partecipanti. La possibilità di confronto tra i Dirigenti dell’Azienda e i suoi rappresentanti commerciali è sempre motivo di crescita per entrambe le parti; un meeting di questo livello permette infatti di verificare l’impatto aziendale sull’intero territorio nazionale e i riscontri forniti costituiscono spunti per lo sviluppo futuro della produzione e delle strategie commerciali”, ha spiegato il direttore generale Roberto Lugani.

26/01/2023   Focus Forward: la strategia di Stanley Black & Decker

Il gruppo Stanley Black & Decker ha intrapreso anche per quest’anno un percorso che porterà ad un’importante trasformazione strategica con l’obiettivo di offrire ai rivenditori il meglio dell’innovazione e del servizio con lo sviluppo e il lancio di prodotti all’avanguardia nei settori Power Tools, Hand Tools & Storage, Outdoor.

Il cambiamento avverrà sotto la guida di Vito Galantino, recentemente nominato General Manager Italia. In particolare sono tre le priorità strategiche identificate da Stanley Black & Decker come Focus Forward Strategic Priorities.

  • Innovazione per l’utilizzatore con una proposta di prodotti innovativi che consentano di fornire la migliore esperienza di utilizzo ai clienti finali;
  • Cura del rivenditore: per rafforzare la partnership con i rivenditori offrendo un eccellente servizio;
  • Eccellenza operativa: con una riduzione della complessità per ottimizzare l’efficienza della supply chain.

Nella foto: Vito Galantino

25/01/2023   Il nuovo Consiglio Direttivo di MADE4DIY

Durante l’Assemblea Generale di Consorzio MADE4DIY, svoltasi negli scorsi giorni presso la nuova sede operativa in provincia di Rimini, è stato approvato il Bilancio d’Esercizio 2022 e, inoltre, si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo per il triennio 2023/2026.

Marco Orlandelli (CEO di Organizzazione Orlandelli S.r.l.) ha assunto la carica di presidente, mentre Andrea Marchini (CEO di Ipierre System S.r.l.) è stato nominato vicepresidente. I consiglieri neoeletti sono:

  • Dino Baraggioli (Presidente di Art Plast S.p.A.);
  • Mirco Del Vecchio (Sales Manager di Compo Italia S.r.l.);
  • Andrea Mori (CEO di Kemper S.r.l.);
  • Ermanno Selvi (Senior Sales Account di Fila Industria Chimica S.p.A.);
  • Simone Zanelli (Direttore Commerciale di Comferut S.r.l.).

Il nuovo consiglio direttivo ha espresso la sua volontà di far crescere le attività di MADE4DIY nei prossimi anni, dando tutto il suo sostegno necessario alle aziende consorziate per affrontare il settore dell’Home Improvement. Inoltre, il neo presidente e tutti i membri del nuovo Consiglio Direttivo hanno ribadito il loro massimo supporto verso HIMA (Home Improvement Manufacturers Association) e tutte le attività che l’Associazione Europea sta svolgendo a favore dell’intero settore.

24/01/2023   Il kit di riparazione intelligente di Wenaas e GORE-TEX

L’azienda norvegese Wenaas, insieme a GORE-TEX Professional, ha sviluppato un kit di riparazione intelligente per i dispositivi di protezione individuale (DPI) GORE-TEX PYRAD® per arco elettrico con l’obiettivo di aiutare i propri clienti ad aumentare la vita utile degli indumenti.

Anche una piccola foratura nell’indumento potrebbe causare una situazione potenzialmente pericolosa per chi lo indossa in caso di arco elettrico ma, applicando un patch, è possibile evitare la propagazione dello strappo e prolungare la durata del prodotto.

Il kit di riparazione è composto da quattro toppe in tessuto GORE-TEX PYRAD®: due rotonde (diametro 7,6 cm) e due quadrate (10x5), che consentono di riparare forature o strappi del tessuto di piccole dimensioni. In caso di danni più grandi è possibile utilizzare due o più toppe contemporaneamente e, nel raro caso in cui il tessuto sia nuovamente danneggiato nello stesso punto, è possibile applicare una nuova toppa sopra quella precedente. Disponibili in due versioni di colore (giallo fluorescente a blu navy), le toppe possono essere attaccate in maniera permanente grazie all’utilizzo di un asciugacapelli e/o un ferro da stiro. Dopo l’applicazione della protezione, l’indumento può essere lavato come di consueto.

Il nostro approccio alla sostenibilità consiste nel fornire prodotti con una durata di vita eccezionalmente lunga, riducendo al contempo l’impatto ambientale. L’idea della toppa di riparazione è quella di evitare un’ulteriore propagazione dello strappo che potrebbe far perdere la protezione richiesta. Inoltre, grazie a queste toppe, gli utenti possono contribuire al nostro sforzo e fare qualcosa di significativo”, ha dichiarato Jonas Andersson, Sales Associate di GORE-TEX Professional.

Per ulteriori informazioni: https://www.wenaas.com/en/products/rep-set-goretex-pyrad-flouresent-yellow-0-10930-19819-32

23/01/2023   Gruppo Beta acquisisce Helvi

Il Gruppo Beta, punto di riferimento in Europa nella produzione di utensili e attrezzature da lavoro per gli specialisti della meccanica, della manutenzione industriale e dell’autoriparazione, nell’anno del centenario annuncia l’acquisizione di Helvi S.p.A., uno dei principali player negli articoli professionali per la saldatura dei metalli. L’azienda, fondata nel 1975 a Sandrigo in provincia di Venezia, può contare su 85 collaboratori e un fatturato di circa 15 milioni di euro, sviluppato per oltre il 70% all’estero.

Il 2022 si è rivelato un anno difficile per il comparto industriale – dice Roberto Ciceri, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Beta – ma che ha visto nuovamente il nostro Gruppo in controtendenza, con un incremento del fatturato di 11 punti percentuali. Il nostro è un percorso di ulteriore crescita, iniziato nel 2016 e che, solo negli ultimi cinque anni, ha fatto registrare l’acquisizione di 5 realtà italiane sinergiche rispetto al nostro business. Oggi annunciamo con piacere l’entrata nel Gruppo della sesta, l’azienda vicentina Helvi S.p.A., altra eccellenza Made in Italy con una forte propensione al mercato estero, come nuovo tassello del nostro consolidamento”.

Bruno Segala, socio fondatore di Helvi, ha dichiarato: “Nella scelta di un nuovo azionista che potesse affiancarci per proseguire il percorso di crescita realizzato negli anni dalla Società, abbiamo identificato nel Gruppo Beta una realtà italiana leader di mercato e con un brand, una forza commerciale ed una capacità di sviluppo di nuovi prodotti che consentirà anche alla squadra di Helvi di cogliere meglio le opportunità di sviluppo future”.

Grazie all’acquisizione di Helvi, il Gruppo Beta si conferma sempre più forte a livello di offerta e di produzione con 10 stabilimenti localizzati nel nord e centro Italia. Inoltre, i suoi prodotti sono presenti in 100 Paesi grazie alla presenza di 11 filiali tra Europa, Cina, Brasile e USA e 250 importatori. Il Gruppo Beta è stato assistito nell’operazione da Arrigoni Legal Atelier, con un team composto dal Naming Partner Bruno Arrigoni e dal Salary Partner Carolina Pasotti.

Il Gruppo Beta aveva già ottenuto una performance migliore rispetto al settore tra il 2020 e il 2021, con un fatturato che aveva segnato un +25%: anche nel 2022 questo parametro è stato positivo, tanto da superare i 225 milioni di euro, dei quali circa il 60% generati in Italia e il restante 40% all’estero.

“Con questa nuova acquisizione, la nostra offerta, già variegata grazie a oltre 30 famiglie di prodotto e più di 20.000 referenze, si amplia e specializza ulteriormente, sempre all’insegna della qualità e del Made in Italy. Questo per noi è un anno molto importante perché festeggiamo il nostro centenario, 100 anni all’insegna del coraggio di fare impresa unito alla ricerca costante del miglioramento. Siamo orgogliosi di aprirlo dando il benvenuto a tutti i collaboratori di Helvi S.p.A., con cui condividiamo valori e obiettivi di crescita per il futuro” – ha concluso Ciceri.

Nella foto: Roberto Ciceri, presidente e amministratore delegato.

23/01/2023   È online il numero 100 di iFerr!

In questo numero speciale sarà possibile ripercorrere nel dettaglio le tappe principali dei dieci anni della rivista, diventata un punto di riferimento del settore ferramenta. Un viaggio appassionante, fatto di testi e immagini, che vi farà scoprire come è nato e cresciuto iFerr, le nuove rubriche che, numero dopo numero, hanno arricchito la rivista e i tanti eventi nel settore ferramenta firmati da Ma.Mu.

iFerr nasce con l'obiettivo di mettere in relazione l'intera filiera della ferramenta: i produttori, i dettaglianti e, per la prima volta, i distributori. Nell'arco dei suoi 100 numeri iFerr ha raccontato l'evoluzione del settore, l'ha toccata con mano e ha accompagnato i protagonisti del comparto, guardando sempre avanti e continuando a sperimentare. La cooperazione costante con i grossisti e la diffusione capillare della rivista nei punti vendita hanno fatto il resto, contribuendo a scrivere la sua storia.

Sfoglia il numero speciale qui!

20/01/2023   Hörmann al fianco degli sport invernali

Il Gruppo Hörmann, specializzato nel settore delle chiusure civili e industriali, si conferma per il settimo anno consecutivo come sponsor delle più importanti manifestazioni legate agli sport invernali.

Anche in questa stagione, l’azienda continua infatti a essere premium sponsor della BMW IBU World Cup Biathlon, che riunisce i migliori biathleti del mondo in nove diverse località. La competizione, iniziata lo scorso 27 novembre, proseguirà fino al prossimo 19 marzo. Inoltre, Hörmann offre il proprio sostegno alla 45° edizione della Coppa del mondo di salto con gli sci. Secondo quanto stabilito dagli accordi di sponsorizzazione, il marchio dell’azienda risulta essere presente sull’abbigliamento da gara e, in particolare sui pettorali degli atleti.

Le partnership sportive sono, da tempo, uno strumento di rilevante importanza nel ventaglio di iniziative della nostra comunicazione, utile non solo a incrementare ulteriormente la notorietà del brand, ma soprattutto ad associare Hörmann ai valori etici dello sport come a tutta una serie di ideali in cui crediamo fortemente e che siamo orgogliosi di promuovere”, ha dichiarato Chiara Covi, responsabile marketing di Hörmann Italia.

19/01/2023   Eco Service scende in campo con W8 a Verona

A partire dal 1° gennaio 2023, è iniziata la campagna pubblicitaria di Eco Service presso lo stadio M. Bentegodi di Verona, che vede protagonista a bordo campo il prodotto W8, lo sbloccante biogradabile otto funzioni.

L’azienda ha scelto di investire e affermare il proprio brand nel mondo del calcio in quanto rispecchia valori che quotidianamente cerca di diffondere all’interno della propria organizzazione, come l’attaccamento alla maglia, l’educazione dentro e fuori dal campo, il rispetto per compagni e avversari, lo spirito di squadra e il rispetto delle regole.

Ringraziamo tutte le persone che nonostante le difficoltà del momento ci aiutano a crescere al fine di poter continuare ad investire non solo nella comunicazione ma soprattutto nell’attività quotidiana dei nostri laboratori per la ricerca di materie prime di origine europea, che consentono ad Eco Service di offrire ai tanti consumatori dei nostri prodotti sempre soluzioni innovative, efficaci ed ecologiche, attraverso la formulazione di prodotti che rispettano l’ambiente e chi li utilizza, di facile applicazione, capaci di risolvere qualsiasi problema di lubrificazione, protezione, pulizia, incollaggio”, si legge in una nota ufficiale dell’azienda.

Maggiori informazioni sul sito: https://w8.eco-servicesrl.it/

18/01/2023   Würth Italia certificata Top Employers 2023

Per il secondo anno consecutivo Würth Italia ottiene la certificazione Top Employers Italia 2023, rilasciata dal Top Employers Institute alle aziende che si sono distinte nel panorama lavorativo per una serie di aspetti come: le migliori condizioni di lavoro, gli investimenti in formazione e sviluppo, le politiche HR per la crescita professionale e personale e l’attenzione al benessere delle persone.

Il prestigioso riconoscimento è stato conferito all’azienda altoatesina per il suo percorso di change management intrapreso nel 2018 e per le politiche di benessere organizzativo e di people-care implementate nel corso dell’ultimo anno.  Questo approccio, sugellato dal manifesto “HREvolution” di Würth, ha portato l’azienda a definire e adottare nuovi modelli di lavoro più efficaci e produttivi investendo sui principi cardine di inclusione, performance, business agility, mindset e competenze.

Essere Top Employers significa essere anticipatori del cambiamento e siamo orgogliosi di ricevere questa certificazione per il secondo anno consecutivo, un riconoscimento che valorizza il percorso che abbiamo intrapreso in termini di strategia sociale e valorizzazione del capitale umano. Pur essendo parte di un grande gruppo internazionale, Würth non ha mai perso l’impronta di azienda familiare, ed è proprio questo spirito di attenzione alla persona che spinge il Gruppo alla continua ricerca di soluzioni innovative per offrire l’eccellenza alle proprie risorse”, ha dichiarato Lucia Simonato, HR Director di Würth Italia.

L’approccio omnicanale al business di Würth porta con sé un modello organizzativo trasversale, che induce a lavorare per obiettivi, con responsabilità, e facendo leva sull’attitudine delle persone, all’insegna della creazione di sinergia per il potenziamento reciproco. Proprio in quest’ottica Würth porta avanti progetti di Age Inclusion e Re-Generation, guidando fascia di popolazione di alta anzianità aziendale verso le continue trasformazioni, e inserendo figure Junior che portino in azienda nuovi approcci e nuove competenze digitali. Il progetto, che verrà portato avanti e potenziato nel corso del 2023, mira a divulgare un modello inclusivo di leadership che promuova modelli, practice e azioni di inclusione generazionale.

Anima Confindustria, il quadro mostrato dal Focus Materie Prime

05/12/2022

Nel sesto appuntamento periodico con il Focus Materie Prime a cura di Anima, che ha avuto luogo il 1° dicembre, si è analizzato in maniera dettagliata il contesto economico attuale e le prospettive future del mercato delle commodity. Il 2022 si è rivelato un anno pieno di complessità e instabilità sul fronte economico e politico. Diverse le problematiche attuali come la carenza di materiali e microchip, iniziata già nel 2021, il caro energia e la forte inflazione provocati dalla crisi in Ucraina. Tuttavia, negli ultimi mesi si sta assistendo a una diminuzione generale dei prezzi delle materie prime.

Anche se le quotazioni dei materiali si sono ridimensionate rispetto ai primi mesi dell'anno, il problema principale rimane il forte incremento dell'energia elettrica e del gas, oltre alla penuria di componenti elettronici e semilavorati che continua ad attanagliare il comparto, portando indeterminatezza sui tempi di consegna dei prodotti e sulla firma di nuovi contratti. Assistiamo anche in questi giorni a continui aumenti dei listini a cui vengono applicate addizionali legate alla componente energia”, le parole del vicepresidente di Anima Confindustria, Pietro Almici.

Come emerso dal sondaggio condotto da Anima e diffuso dalle aziende associate a fine settembre, circa la metà delle imprese segnala che i costi di produzione sono aumentati tra il 10% ed il 30%, rispetto al 2021. Sono state diverse le proposte arrivate alle istituzioni da Anima, che prevedono nuovi incentivi strutturali a favore delle aziende per calmierare i costi in bolletta, per incrementare gli investimenti al fine di aumentare l’efficientamento dei processi, per sostenere in Europa la produzione di componenti strategici per l’industria, e per tutelare l’export. Proprio dalle esportazioni passa la maggior parte degli introiti della meccanica italiana ed è quindi necessario intervenire in maniera ancora più decisa per sostenerlo.

Secondo le analisi di Achille Fornasini, docente all’Università di Brescia e coordinatore dell’osservatorio congiunturale di Anima: “I continui lockdown in Cina, la perdurante guerra in Ucraina, la crisi energetica europea e le politiche monetarie restrittive contribuiscono a rallentare l'economia mondiale, preannunciando una stagnazione che, in caso di peggioramento dell'attuale scenario, potrebbe mutarsi in una vera e propria recessione. In questo quadro occorre dunque monitorare attentamente il mutamento delle dinamiche dei prezzi e dei valori di mercato consolidatisi nel corso di un decennio. A partire dall'incremento esponenziale dei costi energetici, che a sua volta incide sulla crescita dei prezzi alla produzione con la conseguente trasmissione a valle degli aumenti lungo le catene del valore, compromettendo la redditività delle imprese. Come se ciò non bastasse, l'aumento dei tassi d'interesse delle banche centrali rischia non solo di frenare l'attività e gli investimenti delle imprese, ma anche di accelerare il rincaro degli approvvigionamenti di commodity quotate in dollari a causa dell'indebolimento dell'euro.”


Torna indietro

Condividi: facebook Invia per E-mail stampa Più
Share on Google+ Share on LinkedIn
Aziende in evidenza
Prodotti in evidenza
Sondaggio
Fiere & Eventi
In edicola
iFerr Magazine
IFERR © 2021 Partita IVA: 12022601004 Powered by Intempra Intempra